il profumo della passione fantastica

1.8
(27)

Tanto tempo fa, in un paese di montagna, mare e gelo viveva una coccinella.
Pupetta era il suo nome .
Era una tipina molto simpatica, rossa rossa con poche, pochissime macchiette nere.

Amava scrivere, colorare, camminare, correre e persino andare in bicicletta! “Ma come?” direte voi.
“Una coccinella che va in biciletta?”
“E già!”
E non era una bicicletta qualunque, ma di questo vi parlerò più avanti!

La nostra Pupetta non viveva sola. Aveva come compagni un coniglietto e due porcellini d’india.
In ordine Bunny, Girasole e Polare: una famiglia originale!

Amavano la natura così tanto da dispiacersi nel vedere i rifiuti ammucchiati e cercavano di fare di tutto per usare le cose più volte trasformandole in altre.
E così, un flacone di detersivo diventava un portabottigli per la bicicletta, un altro un portacandela e così via. Fiori, centrotavola alternativi, portatisane,
portapenne, portaggetti, giochi.. tutto, ma proprio tutto in compagnia della
sua fantasia diventava un pezzo davvero orribilmente originale!

E come se non bastasse.. se camminando trovava qualcosa che le sembrava
potesse essere usato per altro lo raccoglieva, lo puliva e lo riadattava in base all’emozione del momento.

Erano sempre con tante idee, talmente tante che la testa fumava come i
grandi vulcani.. o anche piccoli!

Certo si.. amavano la natura e a volte nelle loro esplorazioni un pochino
troppo, tanto da finirci dentro..
Che paura avevano avuto quella volta! Era sera, una sera di autunno. La
strada era sconnessa e loro.. no aspettate!
Ricordi Sbagliati: in quell’occasione Pupetta era proprio sola, i suoi amici la
aspettavano a casa!
Doppia paura, doppio amore! Tanto coraggio per tirarsi fuori da quel dirupo!
Un atleta del cuore! Avete presente la pubblicità dell’olio cuore dove il signore salta la staccionata? Ecco: uguale.. eccetto che per i toni che nel caso di Pupetta erano leggermente più accesi: ”Dai, c*** esci!!”

Si divertivano un mondo insieme ma ogni tanto erano tristi.
Quando si sentivano così uscivano.
A volte, spesso, andavano in montagna, altre al mare.
La montagna affascinava molto di più.. o forse no: erano strane!
Andavano su e volevano stare giù, andavano giù e volevano stare su..
Alla fine andavano in bici per strada e prendevano le più belle ventate di
meraviglie.
Si divertivano a cercare sassi, bastoni e conchiglie o ad indovinare le forme
nella natura. A volte davano una forma loro: mai un attimo di pace!
Soprattutto perché poi se li caricavano per portarli agli amici e condividere
questa bellezza!

La natura era una buona amica e compagna.
C’erano tanti amici!

Cactus conigli

Delfini volanti

Cammelli

Erano tristi e trovavano abbracci e allora anche se avevano litigato tornavano
a coccolarsi come solo loro sapevano fare!

abbracci roccia sicura

abbracci alberi calolosi e colorati
Erano a volte vicine, a volte lontane.. spesso parallele..

Era un duello.. un duetto.. un ballo!

A volte si spaventavano..
Erano talmente tanti i mostri..

Cactus veraci

e poi c’erano granchi pizzicosi

Ma poi.. trovavano anche sorrisi,

Delicatezze

E carezze

E sguardi insieme verso la stessa sconosciuta parte

In viaggio distanti ma uniti

In barca…In moto …un maremoto!!!

In un vortice di amore

Delicato amore .

Un brutto giorno arrivò un mostro ..
Sembrava buono e invece.. portò via Girasole.
Fu una grande tristezza e dolore per tutti.
Rimasero tutti a bocca aperta a guardare la luna sperando di ritornare un
giorno tutti insieme e rimanendo loro più uniti di prima.

Erano tristi nei momenti dei pasti.. è brutto mangiare sempre da sole!
Ma cercavano di regalarsi sorrisi e tante buone verdure sorridenti.

E non solo.. non contente con tutto quello che trovavano facevano … di
tutto: mammamia che stanchezza!! Però quanta gioia e quanti sorrisi e
soprattutto stupore e meraviglia in chi incontrava.
I suoi migliori acquirenti erano i bimbi:
Giochi, strumenti musicali, arredamento e… non solo!!
Come le caramelle di Harry Potter: tutti i gusti più uno.

Per concludere che … la vita è come la porchetta: NON SI BUTTA VIA NIENTE!
Riciclate, fate attenzione a tutto quello che buttate che ogni cosa, con
fantasia, può diventare un pezzo unico che vi soddisferà molto di più che
andare al negozio (oltre ad essere un bel risparmio!).

Serena Spagnolo

Vota

Il risultato finale sarà dato dalla media dei voti moltiplicata per il loro numero

Risultato parziale 1.8 / 5. 27